Tuesday, 20 May 2014 00:00

Siracusa 2014: non solo tragedie

Written by
  • font size decrease font size increase font size
  • Print
  • Email

Il programma del centenario ospita opere di Eschilo, ma anche una commedia di Aristofane

 

Un cartellone eccezionale per festeggiare il centenario della nascita dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico nel Teatro Greco di Siracusa. E Moon non può esordire online senza parlarne, sia perché Siracusa è la culla del nostro progetto, sia per il fatto che il programma del centenario è nel suo pieno svolgimento.

Le opere messe in scena quest'anno sono tre, come sempre a rotazione: l’Agamennone di Eschilo per la regia di Luca De Fusco, le Coefore e le Eumenidi di Eschilo per la regia di Daniele Salvo, traduzione di Monica Centanni, Le Vespe di Aristofane per la regia di Mauro Avogadro, con traduzione di Alessandro Grilli.

Il 16 aprile, giorno di inaugurazione, si è tenuta una anteprima unica con lo spettacolo Verso Argo, testo tratto da Omero, Eschilo, Euripide e Gorgia, con scrittura di Eva Cantarella e regia di Manuel Giliberti.

Insomma, “due mesi intensi. Da vivere. Dentro e fuori le mura del teatro”, assicura Alessandro Giacchetti, Commissario straordinario dell’INDA. “All’interno Scianna, Pagliai, Piera degli Esposti, la Pozzi, Fassari e la Banda Osiris. Fuori ospiti di prestigio come Massimo Cacciari. Il tutto incorniciato tra mostre a tema, convegni di studi e un percorso itinerante allestito in collaborazione con la Facoltà di Architettura e l’Università di Catania. Un filo rosso che unirà Ortigia al Colle Temenite attraversa il percorso dell’antica via Sacra”.

La Fondazione INDA è impegnata nella produzione diretta degli spettacoli messi in scena dal 2005, con un imponente assetto organizzativo che coinvolge più di 400 persone tra attori, tecnici e maestranze specializzate: le scene e i costumi dei drammi in cartellone sono realizzati interamente presso i laboratori di sartoria e scenografia dell’INDA.

Nel tempo, non è cambiato l’intento da cui l’Istituzione trae origine: il desiderio di riscoprire e riproporre la lezione vitale e feconda del teatro antico, rivivendo nel nostro tempo l’urgenza politica e culturale dei testi classici e la forza della loro passione.

Il Teatro Greco di Siracusa, il più vasto nel mondo greco del Mediterraneo occidentale, è in realtà una parte soltanto dell'edificio fondato nel quinto secolo avanti Cristo, e ricostruito da Gerone II nel terzo secolo avanti Cristo.

Quel che ne rimane oggi, comunque di impressionante imponenza, è infatti la sola parte più bassa, che fu scavata direttamente nella roccia, mentre tutto quanto era costruito in blocchi di pietra ed in marmi colorati (cioè le fila superiori di gradini, il portico coperto che correva lungo la parte superiore, e la scena) è stato smantellato dagli spagnoli nel XVI secolo per costruire le fortificazioni dell'Isola di Ortigia.

Il ciclo di rappresentazioni classiche - che si svolge ogni anno in tarda primavera-inizio estate - è un evento che richiama appassionati da tutta Italia e dal resto del mondo.

Per maggiori informazioni: www.indafondazione.org - www.comune.siracusa.it 

Numero verde Fondazione INDA: 800 542644

Read 7904 times Last modified on Friday, 16 January 2015 09:27

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.