LABS
0restaurant 1antipasti eventi4 2primi eventi5 3secondi eventi6 4vellutate.2 eventi7 5dolci banner123 6materiaprima 7drinks2

PROGETTO RESIDENZA TEATRALE

Laboratori
Event Finished
0
Last Date: 12 September 2015 18:00

Claudia Fabris  e  Caterina Pontrandolfo

 

 I CANTI E LE SPOSE 

progetto per una residenza teatrale

 

 

 

Premessa

La visionaria e surreale invasione di donne in bianco, delle Spose che attraversano le vie di un paese, immaginata da Claudia Fabris. L’ altrettanto visionaria invasione di donne che cantano nel paesaggio lucano dei calanchi, immaginata da Caterina Pontrandolfo. Al crocevia di queste due “visioni” ci siamo noi. Due artiste, due donne, due paesaggi: Claudia Fabris è nata a Padova, spazia dal teatro alla fotografia, alla creazione di abiti. Caterina Pontrandolfo, è una performer, cantante, ricercatrice, attrice lucana.

Ci siamo incontrate nell’ estate 2014 ad Aliano, il paese lucano del confino di Carlo Levi, dove da qualche anno si svolge il Festival La Luna e i Calanchi, diretto dallo scrittore Franco Arminio.

 Claudia idea e realizza performance affascinanti che crea per interrogare il proprio tempo e il proprio ruolo d’artista contemporanea.

Caterina pone da qualche tempo il canto e il cantare al centro del proprio universo emotivo e artistico e ne sperimenta la forza comunicativa in ogni contesto possibile.

Entrambe avvertiamo in questo momento  il desiderio di osare e sperimentare nuove forme di creazione e di relazione artistica e siamo alla ricerca di una Residenza artistica che ci permetta di avviare il Progetto I Canti e Le Spose. 

 

 

Breve descrizione del  progetto I Canti e le Spose

L’ idea è molto semplice: costruire una drammaturgia dei canti del patrimonio orale di diverse aree del Mediterraneo e con questo “bagaglio” canoro andare per le vie, le strade, le piazze a incontrare il proprio pubblico. All’inizio lavoreremo in due: Caterina e Claudia. Queste due donne si spostano con due sedie e pochi oggetti. Girovaghe. Si siedono in una piccola piazza, ad un angolo di strada, e danno luogo al canto. I canti  “raccontano” i diversi momenti che attraversano la vita, e dunque si tratta di attingere ad una tradizione del canto contadino che aveva questa funzione all’interno della comunità: il canto scandiva i tempi del lavoro, della festa, dell’ amore, delle nascite, dei lutti. Durante la performance cuciono e indossano il proprio abito da Sposa, il proprio abito del Lutto, il proprio abito della Festa. Vorremmo lavorare ad una idea di performance che unisca l’ arcaico e il contemporaneo: un lavoro vibrante e fortemente comunicativo che raccolga intorno a sé una curiosità semplice e allo stesso tempo apra nuove possibilità di relazione tra artisti e pubblico. La Residenza, che potrebbe essere della durata di 10 giorni, ci permetterebbe in una prima fase di costruire il primo tessuto della performance e di sperimentarlo nel paese o città che ci ospita. Una volta creato e sperimentato il nucleo di base, vorremmo coinvolgere, altre donne e artiste, che possano unirsi al nostro lavoro attraverso due laboratori: un laboratorio di canto a cura di Caterina e un laboratorio di cucito a cura di Claudia. In questo modo vorremmo creare una performance collettiva a cui possano partecipare un numero crescente di donne di tutte le età.

 

Telephone
+39 0931449516 / 3342571002
Email
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

All Dates


  • from 03 September 2015 18:00 to 12 September 2015 18:00
    Monday, Wednesday, Thursday, Friday, Saturday & Sunday

Powered by iCagenda

June 2019
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Newsletter